Home » Idee di Viaggio » Argentina, Terra di fuoco

Argentina, Terra di fuoco

pubblicato in: Idee di Viaggio | 0

L’Argentina è un paese estesissimo, caratterizzato da una natura spettacolare che unita alla complessità della sua storia costituisce per le coppie una sicura attrattiva. Il fatto che essa si estenda in latitudine, la rende particolare e con numerosi climi. Curiosità: il punto più basso del paese è la Laguna del Carbón, in Patagonia che è situato addirittura a -105 metri sotto il livello del mare!

L’Argentina è raggiungibile sia con volo diretto su Buenos Aires (circa 12 ore) sia con scalo intermedio in una capitale Europea.

La Terra del Fuoco è un “must” uno degli spettacoli naturali più belli al mondo, che attirano gli amanti dei trekking più o meno estremi, di birdwatching, whalewatching o di avventurose escursioni in barca. È stato chiamato così da Magellano perché, giunse giunse all’estremità meridionale del continente americano, sulla costa gli indigeni facevano bruciare centinaia di fuochi. Isla Grande, Isla de los Estados e Isla del Cabo de Hornos sono le isole che compongono questo arcipelago. Qui, vivevano popolazioni nomadi fin dal 10.400 a.C.: erano i cosiddetti “cazadores pedrestes”, impegnati nella caccia. Il località più settentrionale dell’arcipelago è Punta Anegada, mentre quello più meridionale è Capo Horn.

Gli scenari della Terra del Fuoco sono talmente maestosi da togliere il respiro e da far sentire gli esseri umani davvero piccoli di fronte alle bellezze della natura. Spazi sconfinati, silenzi che sembrano sacri e atmosfere rarefatte, fiordi, cascate, ghiacciai millenari, vette innevate e fitte foreste che celano laghi dall’atmosfera incantata. Nella Terra del Fuoco la natura la fa da padrona e non è difficile vedere guanachi, armadilli e lontre passeggiare anche in in città come Ushuaia. Capo Horn, invece, è circondato dalle acque più agitate dell’intero pianeta e divide l’Atlantico dal Pacifico. Qui si scontrano correnti marine e raffiche di vento ma il territorio è stato dichiarato nel 2005 dall’Unesco Riserva della Biosfera. Su questo scoglio così leggendario atterrano albatros, cormorani, condor delle Ande, gabbiani dominicani e australi, skùas e bandurrie. Le isole della Terra del Fuoco sono incontaminate e si prestano a qualsiasi tipo di attività all’aria aperta, dal trekking al diving.

L’evento sportivo più importante della Terra del Fuoco è il Marchablanca, ormai arrivato all’edizione numero ventiquattro, unica manifestazione dello sci nordico di massa che si svolge in America Latina. La partecipazione a questo evento è davvero massiccia e vede la presenza di campioni ma anche di intere famiglie.

 

Condividi!